VIAGGIO di CAPODANNO!

30dicembre – 01 Gennaio 2020

TRIESTE,
Cividale del Friuli, Palmanova e i Castelli di Miramare e di Strassoldo

LUNEDÌ, 30/12: CIVIDALE DEL FRIULI, TRIESTE
Ore 06.00 partenza da Imola, Viale Aspromonte con destinazione CIVIDALE DEL FRIULI. E’ una delle più affascinanti e antiche cittadine friulane: sulle sue pietre la storia ha stratificato testimonianze celtiche, romane, longobarde e rinascimentali. Nel 50 a.C. Cesare vi fondò Forum Julii, denominazione che poi si estese alla regione con il nome di Friuli. Visitiamo alcuni dei luoghi più suggestivi che questa località ci offre con particolare attenzione ai capolavori longobardi che incontriamo nel Duomo, nel Tempietto Longobardo, piccolo gioiello architettonico impreziosito da candidi stucchi e nella ricca sezione longobarda del Museo Archeologico.
PRANZO in ristorante a base di piatti del territorio.
Terminata la visita partenza per Trieste e sistemazione in hotel di cat. ****. La posizione del nostro albergo ci consente di raggiungere con una passeggiata lungo le rive la scenografica Piazza Unità d’Italia da cui dista 700 metri. Dopo l’ultimo intervento di restauro la piazza, indiscutibilmente tra le più belle d’Italia, è particolarmente affascinante di sera, valorizzata da una illuminazione che le conferisce un’atmosfera davvero magica ed avvolgente. A piedi raggiungiamo il ristorante dove ceniamo con piatti tipici. Rientro in hotel, pernottamento.

MARTEDÌ 31/12: CASTELLO DI MIRAMARE E TRIESTE
Dopo la prima colazione partiamo per la visita del romantico CASTELLO DI MIRAMARE, avamposto sull’Adriatico adagiato sul promontorio di Grignano, uno sperone carsico a dirupo sul mare proteso nel golfo di Trieste.
Visitiamo i raffinati interni che ci parlano degli illustri padroni di casa, Massimiliano e Carlotta, intrecciando la vita privata con la storia della potente casata degli Asburgo. Massimiliano d’Asburgo, fratello cadetto di Francesco Giuseppe, uomo colto dalle idee liberali, affascinato dall’impervia bellezza del luogo, decise di erigere qui una residenza consona al proprio rango, un luogo di piacere e di bellezza incaricando del progetto l’ingegnere austriaco Carl Junker che lo fece erigere tra il 1856 e il 1860. Il Castello dalle “bianche torri” cantate dal Carducci, risulta una rielaborazione di una rocca medievale secondo il gusto romantico come dettava la moda architettonica dell’epoca. Il suo stile è eclettico: un mix di gotico, medievale e rinascimentale che si combinano in una sorprendente fusione.
Al rientro a TRIESTE, che dista circa 8 km, tempo a disposizione per il pranzo libero.
Nel pomeriggio iniziamo le visite della città bella e colta dove, si coglie l’intreccio delle tante culture che l’hanno influenzata. E’ definita la città più cosmopolita d’Italia, ricca di edifici dalle architetture eterogenee, caffè storici, arte e l’incantevole mare: uno straordinario connubio tra porto mediterraneo e metropoli mitteleuropea dove si respira il glorioso passato asburgico che ne fece la “piccola Vienna sul mare” e negli incroci di lingue, popoli e religioni che ancora la caratterizzano.
Cuore della città è Piazza Unità d’Italia, uno dei simboli della città. Sorta sull’insediamento del porto romano: si presenta come un palcoscenico sul mare, circondata dal Palazzo Comunale, dal Palazzo del Lloyd Triestino, sede storica della più antica compagnia di navigatori della penisola, e dall’elegante Palazzo Pitteri dalle forme baroccheggianti e neoclassiche. Il lato più spettacolare della piazza è quello rivolto al mare, su cui si allunga per oltre duecento metri il Molo Audace.
Da qui, lo sguardo va oltre la piazza e si apre su palazzi monumentali, sulla chiesa greco-ortodossa di San Nicolò, sul Canal Grande, centro di quello che fu il borgo voluto da Maria Teresa d’Austria e che con le sue chiese testimonia la felice convivenza di religioni diverse. Eventuale tempo a disposizione. Con una passeggiata raggiungiamo il ristorante che ci accoglie per il CENONE DI CAPODANNO con piatti di cucina mitteleuropea e della tradizione locale.
Non lontano, in Piazza Unità d’Italia si celebrano i festeggiamenti organizzati dalla città con un susseguirsi di eventi per aspettare l’arrivo del Nuovo Anno, punto privilegiato per assistere al TRADIZIONALE SPETTACOLO PIROTECNICO DI MEZZANOTTE che prende vita dal Molo Audace con una danza di fuochi d’artificio che si tuffano in mare.

MERCOLEDÌ 1/1: TRIESTE, CASTELLO DI STRASSOLDO e PALMANOVA
Questa mattina partiamo comodamente, verso le 10,00, dopo avere fatto colazione e completiamo le visite di Trieste: via del Teatro Romano, dove sono visibili i resti del teatro risalenti all’antica Tregeste, la città romana fondata intorno alla metà del I sec. a.C. tra il mare e il colle di San Giusto sulla cui sommità si innalza la Cattedrale che andiamo a visitare. Il fabbricato, riedificato in varie epoche nel luogo dove sorgeva il capitolium romano, si presenta oggi ai nostri occhi con una austera facciata a capanna abbellita da un ampio rosone a doppia ruota in pietra carsica e da un portale ricavato da una stele funeraria romana. Tra pavimentazioni musive databili al V secolo, mosaici moderni che abbelliscono l’abside e affreschi del XIII secolo, l’edificio è un piccolo prezioso scrigno.
Proseguiamo esplorando un altro degli aspetti caratterizzanti della città: i Caffè letterari. Porto franco per l’importazione del caffè sin dal Settecento, il porto di Trieste è tuttora il più importante del Mediterraneo per il suo traffico. Ma caffè a Trieste fa rima anche con
letteratura: numerosi e bellissimi sono i caffè letterari, locali storici dal fascino retrò frequentati un tempo da grandi autori quali James Joyce, Italo Svevo, Umberto Saba e ancora oggi molto amati da scrittori e intellettuali.
Per pranzo dunque BRUNCH TRIESTINO IN UN CAFFE’ LETTERARIO, circondati dall’inconfondibile decoro in stile Secessione Viennese con arredi floreali opera di rinomati artisti dell’epoca.
Lasciamo Trieste per raggiungere il CASTELLO di STRASSOLDO di SOTTO, incastonato insieme con l’adiacente castello di sopra nel cuore di un borgo medievale e circondato da un parco secolare solcato da cristallini corsi di risorgiva. Si tratta di un cosiddetto “castello d’acqua” ed è uno dei pochissimi in Europa ad appartenere ancora alla stessa famiglia che lo fece edificare più di mille anni fa: i conti di Strassoldo.
Nonostante l’aspetto settecentesco, il palazzo è costituito da varie parti risalenti al periodo medioevale, tra le quali spiccano i resti del mastio, i soffitti lignei e le formelle dei saloni, dipinte a tempera del XVI secolo.
Avremo il piacere di essere accolti ed accompagnati durante la visita dalla proprietaria del castello.
Ultimiamo infine le visite con una breve sosta a PALMANOVA la celebre “città stellata” con i suoi nove baluardi la cui struttura urbanistica venne molto influenzata dalla teorizzazione rinascimentale della città ideale.
L’intera città è circondata da mura e fossati per circa 7 Km e sei strade si irraggiano dal grande spazio aperto esagonale posto al centro della città dove spicca l’elegante Duomo dedicato al Redentore con l’elegante facciata bianca in pietra d’Istria. Viaggio di rientro a Imola.

Cause di forza maggiore possono condizionare lo svolgimento delle visite
e rendere necessarie modifiche al programma e alla sequenza delle visite.
L’accompagnatrice Clalys sarà il vostro punto di riferimento per l’intero viaggio.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (minimo 20 persone) € 680,00
Supplemento camera singola per l’intero periodo € 150,00
(trattasi di doppie ad uso singola – disponibilità molto limitata)
ISCRIZIONI: DA SUBITO! Acconto contestuale all’iscrizione €250,00. Saldo entro il 29/11

LA QUOTA COMPRENDE: pullman G.T. a disposizione del gruppo per l’intero circuito; sistemazione in hotel 4**** con pernottamento e prima colazione a buffet; tassa di soggiorno in città; pranzo del primo e del terzo giorno, cena della prima sera; cenone di San Silvestro; guida durante le visite indicate in programma; ingressi a: museo e tempietto longobardo di Cividale e castelli di Miramare e Strassoldo di Sotto; assistenza a cura di Clalys durante il viaggio; assicurazione medica in viaggio (massimale €260). LA QUOTA NON COMPRENDE: pasti indicati come liberi, bevande, mance, facchinaggi, extra in genere, spese personali e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “comprende”.
DOCUMENTI NECESSARI: carta di identità in corso di validità e tessera sanitaria; PASTI: i pasti compresi sono a menu fisso o a buffet. Eventuali esigenze o intolleranze che richiedano variazioni vanno segnalate al momento dell’iscrizione al viaggio; ASSEGNAZIONE POSTI IN PULLMAN: saranno preassegnati in base alla data di versamento dell’acconto o saldo, cercando di tenere conto di particolari esigenze di salute. RINUNCIA AL VIAGGIO PRIMA DELLA PARTENZA: su richiesta è possibile stipulare una polizza contro le penalità di annullamento. Vi invitiamo a chiedere informazioni alla prenotazione.