ISADORA DUNCAN, la rivoluzionaria della danza in mostra al MART di Rovereto

Sabato, 29 Febbraio
ISADORA DUNCAN, la rivoluzionaria della danza in mostra al MART

ROVERETO, Sabato 29 Febbraio 2020

Ore 7.00: partenza con pullman G.T. da Imola, viale Aspromonte alla volta di ROVERETO. Incontro con una guida e, grazie alla gentile concessione dei proprietari, visitiamo PALAZZO DAL BEN, appartenuto in origine alla nobile famiglia di cui porta il nome, ampliato nel XVI secolo dai Conti d’Arco. L’attuale carattere architettonico è opera dell’architetto Augusto Sezanne, che l’ha ristrutturato nel 1906, trasformando il blocco settecentesco in un palazzetto in stile rinascimentale di tipo veneziano. Le decorazioni che lo impreziosiscono sono molto belle, con soffitti a cassettoni riccamente lavorati e volte fregiate di festoni e melograni. Proseguiamo la PASSEGGIATA PER LE VIE DEL CENTRO attraverso le diverse epoche storiche che hanno lasciato in città suggestive testimonianze: dal Medioevo, nelle mura dei Castelbarco, all’epoca del dominio della Serenissima che ancora rimanda ad atmosfere veneziane, alle eleganti forme settecentesche dei palazzi di Corso Bettini. Ricordiamo anche la visita della CHIESA DI SAN MARCO, tra le più antiche e ricche di storia in città il cui interno ad ampia navata centrale è abbellito dai affreschi e stucchi dorati. La sua cantoria, nel corso dei secoli ha accolto diversi organi, su uno di questi Wolfgang Amadeus Mozart tenne il suo primo concerto italiano. Era il 26 dicembre 1769.
PRANZO TIPICO IN RISTORANTE con il seguente menù: Gnocchetti di ricotta su fonduta di Casolet (formaggio tipico trentino, presidio Slow Food) serviti in una cialda di grana; Carne salada alla piastra con cannellini e cipollina rossa dolce; Strudel della casa; Vino locale, Acqua e caffè.
Nel primo pomeriggio INGRESSO RISERVATO AL MART (Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto), complesso museale che reca la firma dell’architetto ticinese Mario Botta, inaugurata nel 2002. Dallo scorso febbraio il critico d’arte Vittorio Sgarbi ne riveste il ruolo di Presidente.
VISITA DELLA MOSTRA intitolata “DANZARE LA RIVOLUZIONE. ISADORA DUNCAN E LE ARTI FIGURATIVE IN ITALIA TRA OTTOCENTO E AVANGUARDIA”. L’iniziativa esplora il culto della “danzatrice scalza” americana, personalità carismatica e ribelle che seppe influenzare generazioni di intellettuali e artisti: furono molti ad essere affascinati dalla sua personalità prorompente e dal suo modo di danzare senza paragoni. Tanti la scelsero come musa ispiratrice, primo fra tutti Auguste Rodin che la evoca con lo splendido marmo Ève au rocher, proveniente da una collezione privata di Hong Kong, che avremo modo di ammirare. Da altre prestigiose collezioni italiane e internazionali, provengono anche le altre opere di artisti quali: Bourdelle, von Stuck, Zandomeneghi, Sartorio, Bistolfi, Baccarini, De Carolis, Chini, Nonni, Cambellotti, Boccioni, Depero, Severini, Casorati, Campigli, Sironi, Raphaël, Gio Ponti. Dipinti, sculture, documenti, fotografie inedite testimoniano come la pioniera della danza moderna abbia attraversato confini geografici e temporali. La rassegna illustra anche il fecondo e allo stesso tempo burrascoso rapporto tra Isadora Duncan e Filippo Tommaso Marinetti, fondatore e anima del gruppo futurista. Centrali nel percorso espositivo sono il tema della liberazione del corpo femminile, l’influenza esercitata dalla Duncan nel contesto culturale del primo Novecento e il suo legame con l’Italia.
Completata la visita, eventuale tempo a disposizione per esplorare individualmente le collezioni permanenti del MART e partenza per il viaggio di rientro.
Cause di forza maggiore possono condizionare lo svolgimento delle visite
e rendere necessarie modifiche al programma e alla sequenza delle visite.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: €115,00
(minimo 25, massimo 30 persone)

ISCRIZIONI: DA SUBITO! Acconto contestuale all’iscrizione. Saldo entro il 20/02.

LA QUOTA COMPRENDE: viaggio in pullman G.T. e parcheggi; guida per l’intera giornata; ingressi ai luoghi indicati in programma; pranzo con bevande come descritto sopra; assicurazione medica (massimale di € 260,00); assistenza logistica di Clalys durante il viaggio. NON COMPRENDE: mance, extra in genere e quanto non specificato sopra.
MENU: eventuali modifiche devono essere concordate all’iscrizione.
POSTI IN PULLMAN: i posti sono preassegnati in base alla data di versamento dell’acconto o saldo, cercando di tenere conto di particolari esigenze di salute.