FIRENZE: Mostra Verrocchio e il Beato Angelico a San Marco

Sabato 8 Giugno

Ore 07.15 RITROVO ALLA STAZIONE FERROVIARIA DI IMOLA.
Partenza in treno alle ore 7.32 per Faenza con cambio e arrivo a FIRENZE alle ore 10.11.
Incontro con la guida e passeggiata per le vie del centro per raggiungere Piazza San Marco, dove si trova un vero gioiello, un antico convento, capolavoro architettonico del Michelozzo, oggi MUSEO DI SAN MARCO. Fondato nel 1436, ebbe un ruolo importante nella vita religiosa e culturale della città: qui operarono alcuni dei più importanti esponenti dell’arte e della spiritualità del 1400 tra cui Girolamo Savonarola. Ma la fama del museo è dovuta soprattutto ai dipinti di BEATO ANGELICO, uno dei massimi pittori del Rinascimento, che ne affrescò molti ambienti. Altre opere dell’Angelico, di varia provenienza, vi sono state raccolte nel Novecento, pertanto il museo offre una straordinaria documentazione dell’attività del pittore.
La visita a San Marco comprende gli splendidi spazi architettonici del convento e delle celle, del chiostro di Sant’Antonino, del Cenacolo del Ghirlandaio, la sala del Refettorio e del Capitolo. Completa la ricca collezione del museo di San Marco la sua favolosa Biblioteca (1437-1444) che ospita manoscritti preziosissimi appartenuti ai Medici e a personalità come Pico della Mirandola e Agnolo Poliziano. Adiacente al convento la chiesa di San Marco con la sua famosa campana attribuita al Verrocchio e custodita nella sala del Capitolo, chiamata dai fiorentini “la Piagnona”.

Tempo a disposizione per il pranzo libero per assaggiare le gustose specialità fiorentine nei tipici locali del centro.
L’accompagnatore Clalys sarà a disposizione per suggerimenti.

Nel pomeriggio, all’interno della cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, Palazzo Strozzi, visitiamo con guida la mostra “VERROCCHIO, IL MAESTRO DI LEONARDO”: una inedita retrospettiva dedicata al genio di Andrea di Michele di Francesco di Cione detto Il Verrocchio (Firenze, 1435 – Venezia, 1488), maestro di Leonardo da Vinci come di Sandro Botticelli, Pietro Perugino, Domenico Ghirlandaio e di molti altri protagonisti del Rinascimento. E’ una rassegna imperdibile che apre una finestra temporale sulla Firenze di Lorenzo il Magnifico, tra il 1460 e il 1490 circa, attraverso le 120 opere in mostra, tra dipinti, sculture e disegni, provenienti da oltre settanta tra i più prestigiosi musei e collezioni private del mondo, straordinari capolavori del Maestro a confronto con opere di precursori, artisti contemporanei e discepoli tra le quali anche sette opere di Leonardo da Vinci, alcune delle quali per la prima volta esposte in Italia. Nel 2019 si celebra il cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo e l’esposizione si offre come uno dei più importanti eventi a livello internazionale nell’ambito delle celebrazioni leonardesche.
Alle ore 17.40 partenza in treno per Faenza con arrivo a Imola verso le 20.15.
Per chi lo desidera, possibilità di rimanere a Firenze per continuare individualmente la visita della mostra al Museo del Bargello dove si trovano le ultime due sezioni dedicate al Verrocchio con l’”Incredulità di san Tommaso” e il “Crocifisso” ligneo, oppure per godere della città. La partenza in questo caso sarà alle 19.40 con arrivo a Imola verso le 22.00.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE -minimo 20 persone- € 100,00

ISCRIZIONI: DA SUBITO!
Acconto contestuale all’iscrizione. Saldo entro il 31 maggio 2019

La Quota Comprende: viaggio in treno da Imola a Firenze e ritorno; visita guidata di mezza giornata a Firenze con auricolari; ingresso al Museo di San Marco; ingresso e visita guidata alla mostra “Verrocchio, il maestro di Leonardo”; assicurazione medica (con massimale di € 260,00); assistenza logistica di Clalys durante il viaggio.
La Quota Non Comprende: pranzo, mance, extra in genere e tutto quanto non espressamente citato alla voce “comprende”.