TRANSILVANIA, CASTELLI E MONASTERI DELLA BUCOVINA

1 – 8 Giugno 2019

SABATO 1 GIUGNO: IMOLA – BUCAREST
Partenza in pullman da Imola, via Aspromonte, verso l’aeroporto di Bologna. Imbarco su volo di linea Lufthansa delle ore 6.50, cambio di aeromobile a Monaco e arrivo a Bucarest alle ore 11,55. Incontro con la guida, e partenza per Sinaia, considerata la “perla dei Carpazi”: adagiata nella boscosa valle del Prahova, è circondata da vette alte 2000 metri. Visita del Castello Peles, considerato la più bella residenza estiva della famiglia di Hohenzolern: situato in splendida posizione paesaggistica, il castello, costruito alla fine dell’800, si presenta come un grande chalet svizzero con elementi rinascimentali e bavaresi. Gli interni presentano un eccezionale mosaico di alto artigianato, con una sfilata ininterrotta di boiserie sapientemente intagliate e più di 800 vetrate. Proseguimento per Brasov, cena e pernottamento in hotel.

DOMENICA 2 GIUGNO: BRASOV – BRAN
Visita di Brasov o Kronstadt, nome dato dai fondatori Cavalieri Teutonici. La città rappresenta uno dei centri medievali più importanti della Transilvania. Il centro storico, che ha il fulcro nella piazza del consiglio, conserva l’antico fascino grazie alla torre del comune, alla chiesa gotica diventata nera in seguito ad un incendio, alle case rinascimentali e barocche e alle mura alte fino a 12 m che attorniano la città, realizzate a partire dal XIV secolo. Partenza per Bran e visita del pittoresco castello medievale, ubicato in uno scenografico contesto paesaggistico: l’imponente fortezza, costruita alla fine del ‘300 per controllare la strada commerciale che univa la Transilvania e la Valacchia, è in ottimo stato di conservazione, sia delle strutture esterne sia del mobilio e dei decori conservati all’interno. Il castello è famosissimo per la identificazione con il castello del Conte Dracula, anche se qui Vlad Tepes, il principe valacco che ispirò Bram Stoker, non è mai vissuto. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

LUNEDÌ 3 GIUGNO: I CARPAZI, LA BUCOVINA E I SUOI MONASTERI
Partenza per la Regione della Bucovina, che si estende tra Ucraina e Romania: ospita, tra colline maestose e selvagge, in un incantevole scenario di valli nebbiose e boschi di faggi e abeti, la più alta concentrazione di monasteri dipinti al mondo. La loro importanza artistica ha indotto l’UNESCO a inserire alcuni monasteri tra i Patrimoni dell’Umanità. Eretti quasi tutti sotto il principato di Stefano il Grande (1457-1504), rispondono ad un preciso progetto culturale e politico: architetture e dipinti, distaccandosi dai modelli precedenti, ebbero la funzione di veicoli di una tradizione diretta ad un popolo perlopiù analfabeta e allo stesso tempo servirono come baluardo spirituale della fede ortodossa in una regione che all’epoca doveva difendersi dall’espansionismo islamico (dei Turchi) e cattolico (dei Polacchi). I dipinti hanno un grandissimo valore artistico per aver fuso la ieraticità delle figure bizantine con la vivacità dell’arte popolare locale.
Arriveremo nella Bucovina attraversando la regione dei Carpazi, costeggiando il Lago Rosso, riserva naturale formatasi nel 1837 per lo sprofondamento di una montagna, e le Gole di Bicaz, un meraviglioso passo tra la regione della Moldavia e la Transilvania, che si snoda per 10 km, sfiorando picchi calcarei alti anche 400m. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

MARTEDÌ 4 GIUGNO: LA BUCOVINA E I SUOI MONASTERI
Giornata dedicata alla visita dei Monasteri della Bucovina. Visita del Monastero Moldovita che, fondato nel 1532, racchiude tra le sue alte mura la chiesa con i bellissimi affreschi del 1537, rappresentanti l’esempio più interessante dal punto di vista iconografico tra le chiese dipinte della zona. Su un fondo cromatico rosso e ocra, si stagliano personaggi immersi nelle situazioni di vita quotidiana. Visita del Monastero di Voronet, edificato su volere di Stefano il Grande nel 1488 per onorare l’eremita Daniil che aveva predetto un’importante vittoria contro i turchi. La chiesa, dedicata a San Giorgio, è una delle più belle di tutta la Romania, sintesi meravigliosa tra la spazialità orizzontale bizantina e lo slancio verticale del gotico: negli affreschi il colore è protagonista assoluto (celebre l’azzurro di Voronet, ottenuto dalla frantumazione del lapislazzulo). Vero capolavoro è il Giudizio Universale, rappresentato con grande efficacia e maestria. Visita del Monastero di Sucevita, definito “gioiello verde”: vi si giunge infatti dopo un percorso immerso in uno scenario montano di grande bellezza, tra pascoli e foreste di abeti. Si tratta dell’ultimo monastero affrescato in ordine di tempo, nel 1584, la cui cinta muraria, ancora oggi bellissima, imponente e armonica, ha protetto gli affreschi esterni della chiesa. All’interno si trovano stupendi affreschi influenzati dall’arte russa. Visita al laboratorio di ceramica nera di Marginea. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

MERCOLEDÌ 5 GIUGNO: TRANSILVANIA – SIGHISOARA
Partenza verso la Transilvania, “la terra al di là delle foreste”, varcando i Carpazi tramite il Passo Tihuta e attraversando Bistrita, dove si trova una delle più importanti fortezze del XIII-XIV secolo, cinta da mura turrite. Arrivo a Sighisoara e visita della cittadella, una delle più interessanti mete storiche della Romania, Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Ricca di testimonianze medievali, con stradine acciottolate e palazzi colorati, è arroccata sulle rive della Tarnàva Grande; importanti sono la chiesa gotica e il grande torrione medievale con l’orologio ad automi. La città è soprattutto nota per essere, probabilmente, il luogo di nascita del celebre voivoda Principe di Valacchia Vlad III Dracula (noto anche come Vlad Tepes, l’impalatore), di cui è ancora visibile la casa natale. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

GIOVEDÌ 6 GIUGNO: SIBIU
Partenza per Sibiu, una delle più affascinanti città ai piedi dei Carpazi. Conosciuta dai Romani con il nome di Cibinum, la cittadella fu fondata dai coloni sassoni nel XII secolo che la concepirono secondo la tipologia architettonica tedesca. Si sviluppò come centro mercantile e artigianale conoscendo un lungo periodo di prosperità. Designata Città della Cultura nel 2007, Sibiu è una deliziosa cittadina da scoprire in passeggiata, per ammirare i suoi palazzi del XIV secolo, con i tetti finestrati, i portici e i mirabili portoni antichi. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

VENERDÌ 7 GIUGNO: BUCAREST
Partenza per Bucarest, attraversando la Valle dell’Olt. Nel pomeriggio inizio delle visite della capitale, ubicata nel cuore della Regione Valacchia. E’ una città dall’aspetto moderno, in parte ricostruita dopo il terremoto del 1977, che risente ancora delle manie di grandezza del dittatore Ceausescu. Laghetti, viali alberati, quartieri eleganti, importanti musei e palazzi grandiosi come il Palazzo del Parlamento la rendono una destinazione molto accattivante. Pranzo in ristorante, cena in hotel.

SABATO 8 GIUGNO: BUCAREST – RIENTRO IN ITALIA
Proseguimento delle visite in città. Spicca per imponenza il Palazzo del Parlamento, i cui numeri sono impressionanti: è il secondo palazzo più grande del mondo (dopo il Pentagono), con 440 uffici, saloni da ricevimento, enormi hall, sterminati e misteriosi bunker sotterranei. Nato come “casa del popolo”, fu voluta da Ceausescu nel folle progetto faraonico del dittatore, sempre alla ricerca di segni tangibili dell’importanza internazionale della Romania e del suo immenso potere autocratico. Il palazzo, costruito con immensi dispendi economici e umani, rappresenta il culmine del culto della personalità del dittatore, ed è per questo che è malvisto dalla popolazione locale. Eppure il suo fascino è innegabile, per la grandiosità delle forme e la ricchezza delle decorazioni, fatte di marmi, cristalli e tendaggi di altissima qualità.
Pranzo in ristorante. Trasferimento all’aeroporto, imbarco su volo Lufthansa delle ore 18,30 (con cambio di aeromobile a Francoforte) e arrivo previsto a Bologna per le ore 23.15. Trasferimento a Imola in pullman riservato.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE – minimo 18 persone – € 1580.00
Supplemento obbligatorio tasse aeroportuali – suscettibili di variazione € 150.00
Supplemento camera singola per l’intero periodo € 220.00

Acconto, contestuale all’iscrizione, di € 600.00 – Saldo entro il 30 Aprile 2019

DOCUMENTO NECESSARIO: passaporto o carta di identità valida per l’espatrio. Non sono ammessi rinnovi cartacei.

La quota comprende: trasferimento per/da aeroporto di Bologna in pullman riservato; voli di linea Lufthansa da Bologna; trasporto in pullman riservato per tutto il tour; pernottamenti in hotel 4* (3* in Bucovina); prime colazioni e cene in hotel, pranzi in ristoranti; acqua minerale ai pasti; guida parlante italiano; assistenza Clalys Viaggi per tutto il tour; ingressi ai siti menzionati; assicurazione medica (massimale € 2600.00).
La quota non comprende: il pranzo del primo giorno, le bevande diverse dall’acqua; mance, extra in genere.
Pasti: i pasti compresi sono a buffet o menu fisso. Segnalare eventuali esigenze alimentari all’atto dell’iscrizione.
Rinuncia al viaggio prima della partenza. Consigliamo di stipulare una polizza contro le penalità di annullamento basata sulle condizioni generali del contratto. Chiedere informazioni all’atto della prenotazione.