Termini e condizioni

CONDIZIONI GENERALI DI DEL CONTRATTO DI VIAGGIO VALIDE ESCLUSIVAMENTE PER I PACCHETTI TURISTICI ORGANIZZATI DA CLALYS ORGANIZZAZIONE VIAGGI

1) PREMESSA: Nozione di pacchetto turistico

Premesso che:
 a) Ai sensi dell’art. 2 DL 17 marzo 1995 n111 d’attuazione della Direttiva CEE n. 9o/314/CEE dispone a protezione del consumatore che l’organizzazione ed il venditore del pacchetto turistico, cui il consumatore si rivolge, debbono essere in possesso dell’autorizzazione amministrativa all’espletamento delle loro attività (art. 3/1 lett. A Dlg. 111/95).

b) Il consumatore ha diritto di ricevere copia del contratto dl vendita dl pacchetto turistico al sensi dell’art. 6 del D.lg. 111/95), che è documento indispensabile per accedere eventualmente al Fondo di Garanzia di cui all’art. 18 delle presenti Condizioni Generali di contratto. La nozione di “pacchetto turistico” (art. 2/1 d.legs. 111/95) è la seguente: I pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze ed i circuiti “tutto compreso” risultanti dalla prefissata combinazione di almeno due degli elementi d seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario, e di durata superiore alle 24 ore, ovvero che si estendono per un periodo comprendente almeno una notte: 1)Trasporto 2)Alloggio 3) Servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio che costituiscano parte significativa del “pacchetto turistico”

2) NORMATIVA APPLICABILE

I contratti di viaggio proposti, aventi ad oggetto pacchetti turistici di cui in premessa, s’intendono regolati, oltre che dalle presenti clausole, dal Codice Civile dalla legge 27 dicembre 1977 n.1084, di ratifica e d’esecuzione della Convenzione Internazionale dl Bruxelles dei 2 aprile 1970 (CCV) nonché dei D.L. 17 marzo 1995 n. 111 d’attuazione della direttiva n. 90/314/CEE. e dalle successive norme in materia.

3) INFORMAZIONE OBBLIGATORIA

SCHEDA TECNICA - L’organizzatore ha l’obbligo di realizzare o in catalogo o fuori catalogo una scheda tecnica del programma. Gli elementi obbligatori da inserire nella scheda tecnica sono:

1. Estremi dell’autorizzazione amministrativa dell’organizzazione
2. Estremi della polizza assicurativa di responsabilità civile
3. Periodo di validità del programma
4. Cambio di riferimento ai tini degli adeguamenti valutari

4) PREZZI

Il prezzo contrattualmente pattuito può subire aumenti In relazione alle variazioni del tassi di cambio e del costi dl trasporto, carburante, diritti e tasse d’atterraggio, sbarco e imbarco nei porti o negli aeroporti e servizi analoghi, nonché per il mancato raggiungimento dei numero minimo previsto di: partecipanti. Qualora l’aumento sia superiore i 10% , l’acquirente può recedere dal contratto, previo rimborso delle somme già versate al momento della sottoscrizione della proposta. E’ ammesso l’aumento del prezzo nel venti giorni antecedenti la partenza in conseguenza alle variazioni di - costi di trasporto, incluso costo del carburante — diritti e tasse su alcune tipologie di servizi turistici (es. imposte, tasse atterraggio, sbarco o imbarco) — tassi di cambio applicati

5) VARIAZIONI

L’organizzatore si riserva la facoltà di modificare in tutto o in parte i servizi e gli itinerari qualora comprovate esigenze io rendano indispensabile. In tali casi sarà cura dell’Organizzatore fornire ai viaggiatori servizi equivalenti oppure in caso contrario, rimborsare i servizi non forniti, In ogni caso il consumatore potrà recedere solo qualora le modifiche riguardino elementi significativi dei pacchetto turistico.

6) CESSIONE DELLA PRENOTAZIONE

Il consumatore che si trovi nell’impossibilità di usufruire dei viaggi, può cedere ad un terzo, in possesso di tutti i requisiti richiesti per parteciparvi, la propria prenotazione, comunicandone preventiva scritta all’agenzia entro e non oltre quattro giorni lavorativi prima (sabato escluso) della partenza. In caso di Cessione della prenota cedente e cessionario, sono solidamente responsabili per il pagamento dell’intero prezzo del vIaggio, nonché delle ulteriori spese derivanti dalla cessione.

7) RECESSO

Qualora il recesso trovi causa nella modifica da parte dell’organizzatore, di un elemento contrattuale determinante, il consumatore, che recede dal contratto, ha il diritto di usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente senza supplemento di prezzo o di un pacchetto turistico qualitativamente inferiore, previa restituzione della differenza del prezzo, oppure gli è rimborsata entro sette giorni lavorativi  dal momento del recesso, la somma di denaro già corrisposta.
Il consumatore dovrà dare comunicazione della propria decisione (di accettare la modifica o di recedere) entro e non oltre due giorni  lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso di aumento o di modifica. In difetto di espressa comunicazione entro il termine suddetto, la proposta  formulata dall’organizzazione si intende accettata. In caso di recesso del consumatore per altre cause, il rimborso della somma versata viene calcolato al netto delle penali di seguito elencate:

a) Viaggi di gruppo con utilizzo dei servizi regolari del vettore (treni, voli di linea):
-  10% oltre il 30° giorno lavorativo prima della partenza
-  40% dal 29° al 15° giorno lavorativo prima della partenza
-  60%  dal 14° al 4° giorno lavorativo prima della partenza
- 100% dal 3° giorno lavorativo prima della partenza

N.B. Per giorni lavorativi si intende dal lunedi al venerdi, sabato escluso.

b) Viaggi di gruppo con utilizzo di servizi speciali del vettore (es. voli e treni charter, pullman) e viaggi intercontinentali, crociere marittime, soggiorni in appartamenti, alberghi, residence:

-  10% oltre il 60° giorno lavorativo prima della partenza
-  25% dal 59° al 45° giorno lavorativo prima della partenza
-  50% dal 44° al 15° giorno lavorativo prima della partenza
-  75% dal 14° al 10° giorno lavorativo prima della partenza
- 100% dal 9° giorno lavorativo prima della partenza.

N.B. Per giorni lavorativi si intende dal lunedi al venerdi, sabato escluso.

Per tutte le combinazioni nessun rimborso sarà accordato a chi non si presenterà alla partenza o rinuncerà durante lo svolgimento del viaggio stesso. Così pure nessun rimborso spetterà a chi non potesse effettuare il viaggio in mancanza o in assenza dei previsti  documenti personali di espatrio.

8) MODIFICA O ANNULLAMENTO

In caso di modifica e/o annullamento dei viaggio da parte dell’organizzatore, il consumatore ha diritto ad usufruire d’altro servizio di qualità equivalente o al rimborso del prezzo corrisposto, ovvero al rimborso della differenza di prezzo fra il servizio concordato e quello offerto in sostituzione L’organizzatore deve comunicare al consumatore, almeno 20 giorni prima della data prevista per la partenza il mancato raggiungimento dei numero minimo di partecipanti indicato nel contratto. In tal caso l’organizzatore sarà tenuto al solo rimborso delle somme già percepite, ad esclusione di qualsiasi altro indennizzo, Non danno diritto ad alcun indennizzo i casi d’annullamento per cause di forza maggiore, quali ad esempio; scioperi, avverse condizioni atmosferiche, calamità naturali, disordini civili e militari.

9) OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI

I partecipanti dovranno essere muniti di passaporto individuale o d’altro documento valido per tutti i paesi toccati dall’itinerario, nonché del visti di soggiorno e di transito che fossero eventualmente richiesti. Essi inoltre dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza, a tutte le informazioni fornire loro dall’Organizzazione, nonché ai regolamenti ed alle disposizioni amministrative o legislative relativi al viaggio. I partecipanti saranno chiamati a rispondere dei danni che l’organizzatore dovesse subire a causa della loro inadempienza alle obbligazioni elencate. Il consumatore è tenuto a fornire all’organizzazione ti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l’esercizio del diritto di surroga di quest’ultimo nei confronti del terzi responsabili del danno ed è responsabile verso l’organizzatore dei pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione. Il consumatore comunicherà altresì per Iscritto all’organizzatore, all’atto dell’iscrizione, le particolari richieste pèrsonali che potranno formare gli accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l’attuazione.

10) CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

La sistemazione alberghiera, in assenza dl classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti pubbliche autorità del paesi cui il relativo servizio si riferisce, è stabilita dall’Organizzatore in base a propri criteri di valutazione del requisiti di idoneità

11) DOCUMENTI PER L’ESPATRIO

Nessuna responsabilità compete all’ufficio Organizzatore per ogni e qualsiasi danno dovesse derivare ai viaggiatore per l’impossibilità di iniziare e/o proseguire il viaggio, causata dalla mancanza o dall’irregolarità dei prescritti documenti personali d’espatrio ( come ad es passaporto, visto consolare, certificato sanitario, vaccinazione, ecc)

12) CONTESTAZIONI

Reclami e contestazioni dovranno essere inoltrati nei modi e termini dell’art. 19 del D. Legs 17 marzo 1995, n° 111. Ogni contestazione in merito ad eventuali disparità di servizi ottenuti nel corso del soggiorno rispetto a quanto pattuito, dovrà essere immediatamente formulato sul posto al fornitore dei servizio contestato (albergatore, corrispondente locale, guida, ecc..). Il consumatore può altresì sporgere reclamo mediante l’invio dl una raccomandata, con avviso di ricevimento, all’organizzatore, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza. Eventuale richiesta di rimborso dovrà pervenire unitamente a tutte la documentazione richiesta in loco attestante il disservizio. A viaggio avvenuto l’organizzatore non accetterà contestazioni sul prezzo corrisposto

13) RESPONSABILITA’ DEI VETTORI

I vettori sono responsabili nei confronti dei viaggiatori limitatamente alla durata del trasporto con i loro mezzi, in conformità a quanto da essi previsto nelle proprie condizioni di trasporto. I programmi sono pubblicati dietro la sola responsabilità dell’organizzatore d viaggi. Non sono quindi pubblicati per conto dei vettori i cui servizi sono impiegati durante il viaggio, né quindi li impegnano.

14) FONDO DI GARANZIA

E’ Istituito presso la Direzione Generale per il Turismo del Ministero delle Attività Produttive il Fondo di Garanzia cui il Consumatore può rivolgersi (ai Sensi dell’art, 21 D. lgs. 111/95), in caso d’insolvenza o di fallimento dichiarata dal venditore o dell’organizzatore, per la tutela delle seguenti esigenze:

• Rimborso del prezzo versato
• Suo rimpatrio nei caso dei viaggi all’estero

Il Fondo deve altresì fornire un’immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato dei turisti da Passi extracomunitari In occasione d’emergenze imputabili o meno ai comportamento dell’organizzatore.
Le modalità d’intervento del Fondo sono stabilite con decreto del Presidente del Consiglio del Ministri del 23/07/99 n.349 G.U. dei 12/12/99 (al sensi dell’art. 21 n.5 D.Lgs. N. 111/95)

15) PAGAMENTI

La prenotazione comporta li pagamento di un acconto pari al 25% dei prezzo complessivo e il saldo almeno 30 giorni prima della partenza, Saldo all’atto della prenotazione per quote fino a € 80, in ogni modo per i programmi di una sola giornata, e per prenotazioni effettuate meno di 30 giorni prima della partenza.

 

ADDENDUM: CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI

a) DISPOSIZIONI NORMATIVE
I contratti aventi ad oggetto l’offerta del solo servizio di trasporto, di soggiorno ovvero di qualunque altro servizio turistico, non potendosi configurare come fattispecie negoziale d’organizzazione di viaggio ovvero di pacchetto turistico, sono disciplinati dalle seguenti disposizioni della CCV; art.1, 3 e 6; artt. da 17 a 23, per quanto concerne le previsioni diverse da quelle relative al contratto d’organizzazione del singolo servizio oggetto di contratto

b) CONDIZIONI DI CONTRATTO
A tali contratti sono altresì applicabili le seguenti clausole delle condizioni generali del contratto di vendita dl pacchetti turistici sopra riportate.
L’applicazione dl dette clausole non determina assolutamente la configurazione del relativi contratti come fattispecie dl pacchetto turistico. La terminologia delle clausole relative al contratto turistico (organizzatore, viaggio, ecc.) va pertanto intesa con riferimento alle corrispondenti figure di contratto di vendita di singoli servizi turistici (venditore, soggiorno ecc.)

APPROVATE DA ASSOTRAVEL, ASSOVIAGGI, ASTOI, FIAVET

Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’alt 16 delle l. 269/98
La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero. Il rispetto per i diritti dei bambini non conosce frontiere.
Privacy. S’informa che tutti i dati personali saranno trattati nel pieno rispetto delle disposizioni della legge 615/1996 e che il trattamento del dati personali è diretto all’espletamento da parte della Società delle prestazioni che formano oggetto dei pacchetto turistico. I dati personali in ogni caso non saranno trasmessi a terzi e in ogni momento potranno essere cancellati a richiesta del consumatore.


FORO COMPETENTE: BOLOGNA